Si parte dalla Cattedrale di Rieti uscendo dal suo centro storico medievale. Il percorso inizia in piano su asfalto e sale gradualmente su strada sterrata bianca. Presso il Santuario di Fonte Colombo, è consigliato fermarsi qui per godere della pace e della spiritualità del luogo. Qui si conserva il disegno di un Tau, che potrebbe essere stato realizzato dallo stesso San Francesco d’Assisi, il quale amava profondamente questo simbolo.

Si parte da Poggio Bustone, scendendo lungo la strada asfaltata, via Bezzecca. Dopo circa 400 metri si lascia la strada asfaltata e si prende il sentiero segnalato sulla sinistra. Inizia una ripida discesa nel bosco di circa 2 km.
Seguendo i segnali si raggiunge, alternando salite e discese, la frazione di San Liberato, dove vi è una fontanella d'acqua.

Il cammino si sviluppa su mulattiere e in parte su strada asfaltata. Dopo aver percorso via Giosuè Carducci si risale verso Cantalice, di fronte alla Chiesa di San Felice, da dove si gode di un bel paesaggio ad est, il massiccio del Terminillo e ad ovest, la Piana Reatina, con in primo piano i laghi Lungo e Ripa sottile.

Scendendo da Greccio, si procede lungo la provinciale sino all’incrocio con la strada per Reopasto, seguendo le indicazioni per Terni. Svoltando per Montisola, si va avanti sino a guadagnare il Ponte di Terria che attraversa il Fiume Velino in località Colle San Pastore. Continuando, a sinistra, verso Settecamini, si può arrivare alla Riserva dei laghi Lungo e Ripasottile presso Lanserra e il fabbricato Idrovore.

Dal paese di Rivodutri, attraverso 4 km di strada asfaltata, si giunge alla frazione di Cepparo. Di qui, lungo una strada sterrata, si arriva alle pendici del monte Fausola, a 1123 m di altitudine. Attraverso un suggestivo sentiero si giunge al Faggio di San Francesco.